maschera doro vicenza27° Festival Maschera d'Oro 

E' una sensazione strana sentir pronunciare

i propri nomi,

ed è bellissimo alzarsi  dai propri posti e,  accompagnati dall'applauso del pubblico,

avvicinarsi ad un palcoscenico per ritirare  un

Premio prestigioso

Abbiamo avuto il privilegio di ripetere la cosa ben 3 volte in questo fine  settimana sul prestigioso palco della 

                                MASCHERA D'ORO di Vicenza

LaCORTE DEI FOLLI con lo spettacolo "Piccoli Crimini Coniugali"

di Erich-Emmanuel Schmitt, vince:

Miglior ATTRICE, miglior ATTORE e miglior REGIA

oltre a 3 nomination per: miglior Allestimento, Gradimento Pubblico e Compagnia

Piccoli Crimini Coniugali 13

E' molto gratificante e ti ripaga di tutti gli sforzi profusi per coltivare questa bellissima malattia che si chiama TEATRO. E' molto bello sentirti dire dagli spettatori "Avreste meritato di vincere la MASCHERA D'ORO" ed un po' ci abbiamo creduto, ci abbiamo sperato, ma non è andata così. Poi, però, quando vedi il sorriso e l'entusiasmo aleggiare sui visi dei tuoi AMICI di Roma che hanno meritatamente ottenuto questo successo allora ti accorgi che sei felice per loro perchéfar teatro è anche e soprattutto GODERE dei successi di chi, come te, porta avanti questa passione irrefrenabile e sacrifica il suo tempo e le sue energie per questo. Complimenti, davvero di cuore, a Fiammetta a Piero a Nazzareno ed a tutta la splendida Compagnia AD HOC ed un grazie immenso al meraviglioso pubblico vicentino che ci ha attestato meriti e complimenti durante tutta la serata. Sei nomination, terzi classificati nel gradimento del pubblico (dopo le due Compagnie venete) e tre premi (con le motivazioni che vogliamo condividere con tutti voi) ad uno dei festival italiani più prestigiosi ed ambiti per il teatro non professionistico NON HA PREZZO.

Fatto 100 le emozioni da noi trasmesse al pubblico, 10.000 è quello che abbiamo ricevuto indietro. Un’esperienza teatrale adrenalinica ed indimenticabile che porteremo sempre nei nostri cuori come una tra le più belle.

Cristina e Pinuccio. 

MIGLIORE ATTRICE: CRISTINA VIGLIETTA
MOTIVAZIONE: L'attrice usa voce, gestualità e silenzi per trasferirci un sapiente testo con una forza magistrale, mai violenta, pienamente partecipata ed emotiva, senza esagerazioni o pericolose enfasi. Attrice capace di riconoscere i territori della perfezione, diviene profondamente e con assoluta continuità credibile e coinvolgente, consegnandoci con le più corrette tensioni la drammaturgia dell'opera.

MIGLIORE ATTORE: PINUCCIO BELLONE
MOTIVAZIONE: Con piacevole ed efficace naturalezza, l'attore gioca con il suo personaggio per tentare percorsi più vicini all'anima che alla comune storia di un lungo matrimonio, e lo fa riuscendo a darci la sensazione di trovarci davvero in una casa, dentro la vita di una coppia che si muove tra abbracci e accuse. Con la sua partner, in questa magistrale interpretazione, crea un solo personaggio, che scava (usando l'altro) per cercare il senso del vivere e dell'amare.

MIGLIORE REGIA: MARINA MORRA
MOTIVAZIONE: Per una regia caratterizzata da intelligenza analitica, ritmo adeguato alla scrittura e calibrata forza interiore. Una regia che lavora sottotraccia, quasi senza apparire, ma riuscendo a mantenere vivo e ricco di sfaccettature il dialogo serrato tra i due protagonisti. Nel progressivo disvelarsi della trama, Marina Morra opera fra intensità espressiva e naturalezza, animando la fissità della scena solo con la parola e il gesto, qui sempre credibili, coinvolgenti e spontanei.

 NOMINATION: migliore ALLESTIMENTO, Gradimeno Pubblico, migliore COMPAGNIA

PREMIO GIOVANNI MELLANO FOLLE D’ORO V edizione 2013

 

 

Miglior Spettacolo “I PROMESSI SPOSI”

 

Compagnia TeatroImmagine (Venezia)

 

Per aver saputo affrontare un “testo sacro” della letteratura italiana in modo originale e al contempo rispettoso, ironico e coinvolgente,  mettendo il luce un grande lavoro di approfondimento e riflessione sui personaggi che con “fregoliana” versatilità sono stati portati in scena dagli interpreti.

 

 

Miglior Allestimento Spettacolo “Q Club”

 

Compagnie la Bohème e Carovana  (Pray)

 

Per la frizzante e caleidoscopica messa in scena che con “personale” originalità coniuga i codici del musical e del teatro di figura in un apprezzabile melange di linguaggi.

 

 

 

Miglior Attore Protagonista PATRIZIO ORLANDI

 

Spettacolo “UOMINI E TOPI” - Compagnia Malocchi  & Profumi (Forlì)

 

Per l’intensa interpretazione la forza, la semplicità e rara sensibilità interpretativa con cui ha dato corpo e voce al personaggio di Lennie.

 

 

 

Miglior Attrice Protagonista MARTINA BOLDARIN

 

Spettacolo “I PROMESSI SPOSI” - Compagnia TeatroImmagine (Venezia)

 

Dinamica e versatile, intensa e delicata  rivela la natura di un’ attrice “di razza” in grado di vestire sullo stesso palcoscenico i panni di più personaggi senza mai dimenticare la cifra stilistica di ognuno di loro, in una grande ricchezza di registri interpretativi.

 

 

 

Miglior Attore  Non Protagonista RUGGERO FIORESE

 

Spettacolo “I PROMESSI SPOSI” - Compagnia TeatroImmagine (Venezia)

 

Versatile e al contempo profondamente calato nella parte, vero animale da palcoscenico in grado di dare sfumature e toni unici ai propri splendidi personaggi.

 

 

 

Miglior Attrice Non Protagonista SILVIA LIBERATI

 

Spettacolo “IL CAPPELLO DI CARTA”  - Compagnia AD HOC (Roma)

 

Per la freschezza e ricchezza dei toni e  per un uso del dialetto trasformato in  strumento di riscoperta delle radici culturali e sociali.

 

 

 

Miglior Regia PAOLO PIGNERO

 

Spettacolo “TANGO” – Compagnia GLI AMICI DI JACHY (Genova)

 

Per la coraggiosa scelta di una messa in scena in grado di esaltare le tematiche di impegno civile espresse dal testo (con una prova d’attore capace) e di evidenziare compiutamente le doti di interpreti dei singoli attori. 

 

 

Miglior Spettacolo GRADIMENTO PUBBLICO

 

Spettacolo “TANGO”

 

Di Francesca Zanni

 

Regia PAOLO PIGNERO

 

Compagnia GLI AMICI DI JACHY - Genova

 

 

Miglior Spettacolo GRADIMENTO PUBBLICO UNDER 25

 

Spettacolo “IL CAPPELLO DI CARTA”

 

Di G. Clementi

 

Regia ROBERTO BENDIA

 

Compagnia AD HOC - Roma


 

              Premio "FOLLE D'ORO" Giovanni Mellano                

 

                   giovanni mellano       ALBO DORO folle 9 edizioni

                                 Giovanni Mellano                                            ALBO D'ORO                           


 

 

 LOGO FOLLE DORO CURVE 72 dpi

FOLLI ORO - PICC  Mirko Decastelli 3

 

 FOLLE DORO 19 bassa

11^ EDIZIONE 2019

  Locandina

  i 5 spettacoli

  libretto

  il pieghevole

 FOLLE DORO 18

10^ EDIZIONE 2018

locandina

il pieghevole

il libretto

vincitori

 

 FOLLE DORO 17 bassa  

9^ EDIZIONE 2017 

   i 5 spettacoli

   Locandina

   il pieghevole

   il libretto

   bellezza e vita

   vincitori

FOLLE DORO 16

 

 

 8^ EDIZIONE 2016 

   i 5 spettacoli

   biglietteria 

   Locandina

   il pieghevole

   il libretto

 

 

 FOLLE DORO 15 NO LOGHI usare

 

  7^ EDIZIONE 2015 

   i 5 spettacoli

   biglietteria 

   Vincitori

   Locandina


FOLLE DORO 14

 

    6^ EDIZIONE 2014

    i 5 spettacoli     

    biglietteria   

    Patrocini   

    Calendario   

    Locandina

    Vincitori 

 FOLLE DORO 13

 

      5^ EDIZIONE 2013 

      i 5 spettacoli    

      locandina

      programma e biglietteria

      Vincitori  



LUNEDINSCENA 12 def CURVE picc

    4^ EDIZIONE 2012

     i 5 spettacoli

     locandina

     vincitori

LUNEDINSCENA 2011 DEFINITIVA 72 dpi

      3^ EDIZIONE 2011

       i 5 spettacoli

       locandina

       vincitori

       


LUNEDINSCENA 2010 72 DPI

   2^ EDIZIONE 2010

   i 5 spettacoli

   locandina

   vincitori

LUNEDINSCENA 2009 DEFINITIVO colori 72 dpi

   1^ EDIZIONE 2009

     i 4 spettacoli       

     locandina

     vincitori


 

 

IL FOLLE SI FA IN 5 x sito

IL PROGETTO  “ilFollesiFAin5

PROFESSIONALITA’ & TALENTO

Da sempre siamo convinti che la “professionalità” in campo artistico, e quindi la valorizzazione dei talenti, non sia prerogativa del “professionismo”. In campo non professionistico esistono talenti e professionalità che non sempre hanno possibilità di esprimersi.

Lo scopo del nostro progetto è quello di valorizzare tutti gli aspetti legati alla messa in scena di produzioni teatrali non professionistiche. Il risultato si concretizza con la partecipazione di un numero sempre maggiore di Compagnie distribuite in due Premi Nazionali (con due cartelloni e due location, ma con un’unica fase di partecipazione e di selezione), con la valorizzazione degli Autori teatrali che potranno proporre i loro testi inediti, con la “vetrina” offerta alle produzioni grafiche (locandine) che costituiscono il primo ed importantissimo impatto visivo rivolto agli spettatori e attraverso un’offerta formativa.

Nel 2019 è nato il nuovo progetto Folle d'Europa che ha come intento quello di allargare i confini aprendo all'Europa, offrendo formazione e spettacoli e incontri a tema.

 

 01_progetto_2019.jpg  02_progetto_2019.jpg
03_progetto_2019_FOLLEsiFAin5.jpg 04_progetto_2019_FOLLEsiFAin5.jpg
05_progetto_2019_FOLLEsiFAin5.jpg 06_progetto_2019_FOLLEsiFAin5.jpg
 07_progetto_2019_FOLLEsiFAin5.jpg  08_progetto_2019_FOLLEsiFAin5.jpg

 

  

      

                                     

 

                                     

    

            

                                        

 

 

 

 

 

IL FOLLE SI FA IN 4 72 DPI

CONCLUSIONI

 

Questa, in sintesi, l’attività organizzata e svolta per produrre i vari progetti. Nel corso degli anni abbiamo ottenuto un sempre maggior coinvolgimento del pubblico giovane.

Abbiamo un numeroso pubblico che ci sostiene e partecipa attivamente alle nostre serate, come dimostrano i numeri.

Nel corso degli anni abbiamo costruito un meccanismo che ci consente di promuovere il teatro in tutte le sue forme:

- partendo dal propedeutico, con l’intento di avvicinare i giovani ed i meno giovani alle attività artistiche;

- continuando con il teatro dialettale, per mantenere una tradizione ben radicata nel nostro territorio;

- proseguendo con il voler offrire un prodotto teatrale qualitativamente alto, pur ponendo la massima attenzione al contenimento dei costi ed all’utilizzo migliore delle risorse a disposizione;

- coinvolgendo il maggior numero di soggetti nella nostra progettualità e nella conseguente realizzazione.

I risultati ottenuti ci confortano e ci spronano a voler continuare la nostra opera sperando non vengano a mancare gli aiuti ed i sostegni economici degli Enti e delle Istituzioni che, sino ad ora, hanno creduto nei progetti portati avanti dalla nostra Associazione anche nell’ottica di raggiungere il nostro prossimo importante obiettivo: dare “respiro europeo” ai nostri Premi.

 

 

 

 

 

IL FOLLE SI FA IN 4 72 DPI

I RISULTATI DELLE SCORSE EDIZIONI
  • partnership con importanti realtà commerciali ed imprenditoriali del territorio;

 

  • collaborazioni con Istituti scolastici ed Associazioni giovanili che operano sul territorio;

 

  • istituzione di "Giuria Giovani" composta da 40 ragazzi;

 

  • costituzione di una Giuria formata da 9 professionisti e operatori in campo artistico;

 

  • coinvolgimento del pubblico nell’assegnazione di un Premio di gradimento popolare e verifica del gradimento attraverso un questionario (materiale consegnato alle Compagnie in concorso);

 

  • attestazione di essere uno tra i Premi teatrali più prestigiosi -  per l’alto tasso qualitativo delle Compagnie selezionate -  e meglio organizzati, per la serietà delle modalità giudicanti e per la qualità dell'accoglienza;

 

  • coinvolgimento di strutture ricettive del territorio per l'accoglienza e l’ospitalità delle Compagnie.

 

 

 

 

IL FOLLE SI FA IN 4 72 DPI

LE PRIORITA’
  • coinvolgere i giovani nell’organizzazione e nella gestione dei Premi (scelta del cartellone, produzione del materiale pubblicitario, pubblicità e diffusione, giuria giovani, elaborazione dei giudizi sugli spettacoli, accoglienza compagnie, ecc.);

 

  • giovani la possibilità di partecipare alla formazione teatralederivante dalla nostra appartenenza alla struttura FITA (accademia del Teatro Nazionale, Accademia europea, ecc.) e promuovere, nel periodo dedicato ai vari Premi, la partecipazione formativa a vari stage di carattere teatrale e artistico.

 

  • mantenere un alto livello organizzativo che contraddistingue da sempre il nostro operato;

 

  • essere riconosciuti a livello nazionale come punto di riferimentoin campo teatrale per essere attrattivi rispetto ad un territorio più ampio (Pubblico e Compagnie);

 

  • riservare il Premio esclusivamente ad Associazioni affiliate a Federazioni di Teatro che abbiano operato e che continuino ad operare all’insegna della qualità artistica;

 

  • creare una collaborazionetra Comuni del territorio (nascita del Premio Folle d’Argento) e una sinergia tra le Associazioni teatrali piemontesi che saranno chiamate a rappresentare i testi vincitori;

 

  • “vetrina” dei talenti agli autori di locandine teatrali (importantissimo strumento di comunicazione) e offrire un’opportunità agli autori teatrali di fare conoscere i propri elaborati e mettendoli in contatto con le Compagnie teatrali, sempre in cerca di nuovi testi da rappresentare;

 

  • variegata proposta culturale di qualità a prezzi accessibili

 

 

 

 

IL FOLLE SI FA IN 4 72 DPI

GLI OBIETTIVI

Fin dalla prima edizione del 2009 la Corte dei Folli ha avuto obiettivi ben precisi e sempre raggiunti.

 

OBIETTIVI CONSOLIDATI

  • dare vita ad un proficuo scambioculturale tra realtà simili con la passione comune per il teatro e l'arte;
  • vetrina importante che si è qualificata sempre maggiormente nel corso degli anni diventando un punto di riferimento ben preciso nel panorama del teatro non professionistico italiano;
  • puntare sulla qualitàdelle proposte, selezionando accuratamente le Compagnie partecipanti, e sulla varietàdei generi teatrali inserendo nei cartelloni degli eventi offerte artistiche variegate ed adatte ad un pubblico eterogeneo e che consentano allo stesso di partecipare ad una crescita culturale;
  • creare una sinergiatra associazioni, attività commerciali e imprenditoriali del territorio;
  • coinvolgere i giovaninell'organizzazione degli eventi in modo attivo e partecipativo costituendo la giuria giovani e praticando una politica dei prezzi che possa agevolare la partecipazione di studenti e ragazzi in attesa di occupazione;
  • fidelizzareil pubblico ponendo la massima attenzione alla qualità dell’offerta e cercando di avvicinare al teatro persone che non lo frequentano abitualmente;
  • coinvolgereil pubblico nelle assegnazioni dei Premi attraverso una votazione dedicata che, al contempo, consente di esprimere un giudizio critico sullo spettacolo visionato.

 

NUOVI OBIETTIVI PER L’EDIZIONE 2015

  • nell’ottica di creare le basi per dare continuità al progetto uno dei nuovi obiettivi è  coinvolgere sempre maggiormente i giovaninell'organizzazione degli eventi in fin dalle prime fasi attuative con una specifica politica atta all’ascolto delle loro peculiari esigenze in campo artistico e culturale attraverso la costituzione di uno specifico COMITATO OPERATIVO GIOVANI.
  • valorizzare uno degli aspetti meno considerati nel complesso delle attività teatrali ovvero quello relativo alla parte grafica per la promozione degli spettacoli, Il Premio FOLLE D’ARTISTA nasce per dare una vetrina agli autori delle locandine teatrali che costituiscono il primo importante impatto visivo dello spettacolo sul pubblico.
  • individuare e dar visibilità a nuovi autori di testi teatrali con il Premio FOLLE D’AUTORE ed al contempo dare la possibilità alle Compagnie teatrali, presenti sul territorio nazionale, di avere nuovi testi inediti sui quali lavorare.
  • creare una sinergia con le Compagnie teatrali piemontesiper la messa in scena dei tre lavori vincitori.

 

OBIETTIVI LUNGO PERIODO

L’adesione alla F.I.T.A. ci offre la possibilità di poter usufruire dei canali europei della rete COEPTA per aprire i confini del nostro Premio teatrale.

E’ nostra intenzione, nelle prossime edizioni, riservare uno spazio partecipativo alle Compagnie non professionistiche europee con il duplice intento di migliorare e diversificare l’offerta artistica ed intrattenere rapporti di collaborazione con entità fuori dai confini nazionali.

 

 

 

 

 

IL FOLLE SI FA IN 4 72 DPI

IL PROGETTO  “ilFollesiFAin4

PROFESSIONALITA’ & TALENTO

Da sempre siamo convinti che la “professionalità” in campo artistico, e quindi la valorizzazione dei talenti, non sia prerogativa del “professionismo”. In campo non professionistico esistono talenti e professionalità che non sempre hanno possibilità di esprimersi.

Lo scopo del nostro progetto è quello di valorizzare tutti gli aspetti legati alla messa in scena di produzioni teatrali non professionistiche. Il risultato si concretizza con la partecipazione di un numero sempre maggiore di Compagnie distribuite in due Premi Nazionali (con due cartelloni e due location, ma con un’unica fase di partecipazione e di selezione), con la valorizzazione degli Autori teatrali che potranno proporre i loro testi inediti, con la “vetrina” offerta alle produzioni grafiche (locandine) che costituiscono il primo ed importantissimo impatto visivo rivolto agli spettatori e attraverso un’offerta formativa.

L’idea iniziale prende vita nel 2009, con la nascita del Premio Teatrale “Folle d’oro”, ad un anno dalla scomparsa di Giovanni Mellano per ricordarne la figura di amante del teatro ed organizzatore e promotore di eventi culturali sul territorio.

Col trascorrere degli anni il progetto iniziale si arricchisce di nuovi tasselli che vanno ad integrarne e a completarne la struttura. Ora, a distanza di 6 anni, la Corte dei Folli ha affiancato al Premio Teatrale “Folle d’Oro” altre iniziative collaterali che comporranno un’offerta significativa ed estremamente variegata composta da:

 

PREMIO TEATRALE NAZIONALE “FOLLE D’ORO” 

VII EDIZIONE- Giovanni MELLANO - Città di Fossano (CN)

 

PREMIO TEATRALE NAZIONALE “FOLLE D’ARGENTO”

II edizione 2016 - Comune di Genola (CN)

 

PREMIO NAZIONALE “FOLLE D’AUTORE” drammaturgia

I edizione 2015 - Aldo NICOLAJ - Città di Fossano (CN)

 

PREMIO NAZIONALE “FOLLE D’ARTISTA” locandine

I edizione 2015 - Pippo RAVERA - Città di Fossano (CN)all'id

ea al progetto, dall'iniziativa al fatto concreto

 MOMENTO FORMATIVO   SEMINARIO DOCENTE “CARLOS ALSINA”

 

I Premi teatrali ospiteranno, come ogni anno, le Compagnie nazionali che rappresenteranno gli allestimenti più interessanti, innovativi ed artisticamente validi del panorama teatrale italiano non professionistico, selezionati da una commissione di esperti del settore. Le scelte artistiche derivano, oltre che dalla qualità dei proponenti, da uno studio effettuato sulle specifiche richieste del pubblico. Fin dal primo anno coinvolgiamo gli spettatori invitandoli a compilare una serie di questionari atti a fornirci i dati necessari per comprendere quali siano le esigenze artistiche e culturali dei fruitori delle nostre proposte. Questo meccanismo, ormai collaudato nel corso degli anni, ci consente di valutare la crescita culturale che gli spettatori hanno maturato. Il tutto per poter continuamente migliorare le nostre proposte ed i nostri progetti.

La volontà di dedicare i Premi alle figure dei tre fossanesi che, in vita, hanno lasciato una profonda traccia nella cultura cittadina e non solo, è non dimenticare quale sia stata la loro opera in campo culturale e far conoscere, alle nuove generazioni, le opere e le attività dei tre concittadini.

Giovanni Mellano, regista, autore teatrale, ha sempre operato in città collaborando attivamente con varie associazioni che agivano in campo artistico e culturale. Ha fondato il Laboratorio teatrale del Borgo Vecchio ed è stato uno dei Fondatori della Corte dei Folli, nonché suo Presidente.

Aldo Nicolaj,drammaturgo di fama internazionale, uno degli autori italiani più rappresentati in assoluto non solo in patria, primo Presidente della F.I.T.A. (Federazione del teatro amatoriale di cui facciamo parte).

Pippo Ravera,pittore, promotore di iniziative artistiche e culturali di importanza rilevante per la Città.

 

IL FOLLE SI FA IN 4 72 DPI

 PERCHE’ QUESTO NOME: “ilFollesiFAin4 

ilFolle: perché nasce da un progetto dei “folli” e perché, da sempre si sa, l’arte corteggia la follia. Ed è proprio questa “follia” il carburante che, in questi 13 anni, ci ha consentito di dare spazio a creatività ed espressività, offrendoci una grandissima opportunità di crescita e di confronto con altre realtà.

 

si – Perché siamo positivi, rispondiamo con entusiamo, elaboriamo e portiamo avanti i progetti in prima persona.

 

FA – Perché noi siamo quelli del “fare”. Nel periodo in cui si svolgeranno i Premi  “ilFollesiFAin4 proponiamo un momento formativo con un docente internazionale.

 

in– Per questi motivi motivi:

1. perché i Premi “folli” sono diventati 4:

“Folle d’Oro, “Folle d’Argento”, “Folle d’Autore”, “Folle d’Artista”;

2. perché noi ci “facciamo in quattro”e ci riconosciamo nel significato letterale dell’espressione “farsi in quattro”:Agire in modo fattivo e con grande impegno per ottenere uno scopo, spesso a favore di qualcuno.

3. Perché quattro sono i settori  che tocca il nostro progetto: la rappresentazione, la scrittura, la locandina, la formazione.