copertina libretto

 

Fare click su "download allegati" per scaricare il file del pieghevole

 

 

copertina libretto

Fare click su "download allegati" per scaricare il file del libretto

 

 

TANGO locandina DEF NEUTRA

 
     SCHEDA SPETTACOLO          
TANGO
di Francesca Zanni
regia: PINUCCIO BELLONE
 
con
Giulia Carvelli e Stefano Sandroni
con la partecipazione di
Susi Lillo e Piermario Mameli
back stage 
Gianfranco Sarotto
Carla Lingua
Licia Cumerlato
aiuto regia 
Cristina Viglietta

 

  DOWNLOAD  
 
LA LOCANDINA: SCARICA
 
  FOTOGRAFIE   
Rossana Manassero
 IL TRALER  
VEDI IL TRAILER
 LO SPETTACOLO COMPLETO  
https://www.youtube.com/watch?v=AFeztD1njlw&feature=youtu.be

 

DEBUTTO: GIUGNO 2016

 

 PARTECIPAZIONE A PREMI E CONCORSI: 

 

  • 7 Agosto 2016PREMIO STELLA D’ORO ALLERONA (TERNI)

Premio MIGLIOR SPETTACOLO - GRADIMENTO PUBBLICO –MIGLIOR SCENOGRAFIA

 

  • 26 Marzo 2017PREMIO UILT PIEMONTE VOLVERA (TORINO)

MIGLIOR SPETTACOLO – MIGLIORE SPETTACOLO GIURIA GIOVANI

 

  • 19 Maggio 2017PREMIO IL CAMALEONTE Città di ORBASSANO (TORINO)

MIGLIOR SPETTACOLO – MIGLIOR SPETTACOLO GIURIA GIOVANI – PREMIO CRITICA APOTHEMA

 

  • 20 Maggio 2017PREMIO TOTOLA VERONA

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA GIULIA CARVELLI – MIGLIOR TESTO

 

  • 06 Novembre 2017PREMIO TEATRALE CITTA’ DI CHIVASSO

           PREMIO GRADIMENTO DEL PUBBLICO

 

  • 28 Gennaio 2018 – XVIII Teatro Comico d’Autore e… SPINEA (VE)

PREMIO GRADIMENTO DEL PUBBLICO - MIGLIOR ATTORE - MIGLIOR ATTRICE - MIGLIOR REGIA - MIGLIOR SPETTACOLO

 

  • 18 Febbraio 2018 – 10° FESTIVAL NAZIONALE XS SALERNO

PREMIO GRADIMENTO DEL PUBBLICO - MIGLIOR ATTRICE - MIGLIOR SPETTACOLO GIURIA GIOVANI - MIGLIOR SPETTACOLO

 

 

 LA STORIA  

"Avete mai ballato il tango? Avete mai provato? Ballare il tango è una cosa che non si può spiegare con le parole, bisogna sentirlo dentro. Un bravo ballerino può far ballare anche chi non ha mai studiato un passo in vita sua. Perchè l'importante non è la tecnica, è il cuore"

In un ambiente unico (che poi scopriremo rappresentare due luoghi diversi) un uomo e una donna raccontano la loro storia parlando direttamente al pubblico. L’uomo e la donna non parlano mai tra di loro, ma i loro monologhi si intrecciano e il loro racconto a volte sembra combaciare: si capisce che le loro vite scorrono parallele e stranamente incrociate, ma fino all’ultimo non sarà svelato qual’è il nodo che li unisce. I due personaggi appartengono a due periodi storici diversi, ma stanno raccontando la stessa storia. Solo nel finale si guarderanno finalmente negli occhi e si “parleranno” per la prima volta, ballando insieme un simbolico tango.

 

  NOTE DELL'AUTRICE  

In scena, due vite scorrono parallele. I due protagonisti vivono due tempi diversi, non parlano mai tra loro, ma condividono la forza della giovinezza, l'orrore per la perdita dell'identità e la passione per il tango.
Le loro vite sono stranamente incrociate, legate indissolubilmente.
Non si conosceranno mai, ma si assomigliano. “Tango” racconta un pezzo di storia dell'umanità che qualcuno preferirebbe dimenticare.
Un articolo su un quotidiano, che parlava dei figli rubati dei desaparecidos argentini, così è nato “Tango”.
Era il 1999 e a ripensarci oggi sembra un secolo. Eppure, nonostante siano passati 17 anni, la questione dei desaparecidos e dei figli sottratti ai loro genitori resta prepotentemente attuale, come se questa storia non riguardasse soltanto la Storia di un solo Paese – l'Argentina – ma fosse una storia che ci riguarda tutti, chi c'era e chi non c'era; chi sapeva e chi no; chi vuole ricordare e chi si volta dall'altra parte.
Allora, volevo fortemente che questa storia fosse divulgata, sentivo l'esigenza fortissima di dare voce a chi non poteva più parlare. Pur non avendo una storia personale legata in alcun modo a quella argentina, pur non avendo - fino ad allora - mai parlato dell'argomento con persone coinvolte, per una di quelle incredibili “coincidenze” che, suppongo, si possono spiegare soltanto con quella forza misteriosa che ci spinge a non poter distogliere il cuore dall'essenziale, mi sono trovata a scrivere come se sapessi esattamente cosa dire. Michelangelo diceva che l'opera è già dentro al blocco di marmo, così penso che anche per me la storia fosse già lì, che mi aspettava.
Da subito, “Tango” è diventato qualcosa di più di uno spettacolo. Mi ha permesso di creare legami che durano ancora oggi. Con molti familiari delle vittime; con le Abuelas de Plaza de Mayo e la sua presidentessa Estela Carlotto, che da sempre si batte perché un crimine del genere non venga mai più commesso.
Quando “Tango” è andato in scena per la prima volta, le abuelas avevano ritrovato 81 nipoti. Alla data in cui scrivo, i nipoti ritrovati sono 119, tra cui Guido Carlotto, nipote di Estela, ritrovato il 5 agosto del 2014. Estela lo stava cercando da 36 anni. E quando l'ho saputo mi è sembrata la riapertura di un cerchio. Ho pensato che questa storia non ha finito di essere raccontata. Per questo, accolgo sempre con gratitudine la proposta di chi si impegna per portare in scena questo testo. Con, sempre presente, la consapevolezza che quando si fa qualcosa con il cuore, di sicuro arriva al cuore. Mi piacerebbe farlo arrivare al cuore di chi ancora non sa.

Francesca Zanni, aprile 2016

 

  NOTE DI REGIA  

E' una cosa strana! Ci sono vicende che, quando ne vieni a conoscenza, ti si infilano nell'anima e le senti tue anche se, fortunatamente in questo caso, non ne sei stato parte.
Quando sento parlare dei DESAPARECIDOS ARGENTINI mi succede proprio questo.
Con entusiasmo ho portato in scena il bellissimo lavoro di Francesca Zanni e con lo stesso entusiasmo ho affidato a Giulia ed a Stefano le difficili ed impegnative parti previste dal copione.
Sono stato ricambiato ampiamente dalla loro bravura, dalla caparbietà e dalla professionalità con cui hanno affrontato la crescita di questo progetto.
Lo stesso entusiasmo l'ho ricevuto da chi, con me, ha affrontato questo viaggio nella storia dell'altro ieri. Cristina, con le sue idee, la sua visione artistica, il suo incomparabile gusto, la sua grande sensibilità. Gianfranco con la sua proverbiale concretezza e velocità esecutiva. Susi e Piermario, due nuovi compagni che non hanno avuto difficoltà a trasmetterci la loro incontenibile passione per quella cosa strana che quando ti afferra non ti lascia scampo: IL TANGO!
Il risultato di questo lavoro, di questa ricerca, di questa passione lo vedrete tra poco, non appena il sipario si aprirà e le magiche note del tango e le vicende dei due giovani protagonisti, avvolgeranno i vostri corpi e le vostre anime così come hanno fatto con tutti noi.
Grazie per essere qui con noi, grazie per aver speso il vostro tempo per esserci e per aiutarci a trasmettere, a chi non è presente, il messaggio di speranza e di ricerca di giustizia e verità che le MADRI e le NONNE di PLAZA DI MAYO portano avanti con tenacia da 40 anni.
NUNCA MAS!

Pinuccio Bellone



locandina cris neutra

 
     SCHEDA SPETTACOLO          
AMLETO IN SALSA PICCANTE
di Aldo Nicolaj
regia: STEFANO SANDRONI
personaggi ed interpreti:
con
Alessandro Aprile
Fabrizio Armando
Lisa Bernardi
Arianna Berta
Christian Carvelli
Giulia Carvelli
Beatrice Coraglia
Selene Demaria
Aurora Fumero
Giacomo Lazzari
Matteo Mancini
Sara Mento
scenografie
Gianfranco Sarotto
Franco Giaccardi
costumi
Rossella Ravera 
Cristina Viglietta
Carla Lingua 

luci e audio 

Pinuccio Bellone

aiuto regia
Licia Cumerlato
  DOWNLOAD  
 
LA LOCANDINA: SCARICA
IL PIEGHEVOLE: SCARICA
 

 LA STORIA  

La tragedia di Amleto vista, con gli occhi della servitù, dalla cucina del castello di Elsinore.

Una sapiente ed esilarante riscrittura in chiave comico-grottesca del capolavoro shakespeariano.
Il cuoco Froggy, che mal sopporta l’ingiusta accusa di Amleto di essere l’artefice della morte del padre, è l'origine e la molla di tutta la sanguinosa vicenda.
Inconfondibile scrittura del "nostro" Aldo Nicolaj che, con arguzia e inconfondibile ironia, in un crescendo di equivoci e situazioni comiche, regala al pubblico risate e colpi di scena.


 NOTE DI REGIA  
Abbiamo cercato di trasmettere non solo l'esilarante comicità di Aldo Nicolaj, ma anche la leggerezza con cui i protagonisti, il cuoco Froggy e la moglie Cathy, affrontano le forti emozioni e drammi che i personaggi dell'opera originale portano sulla scena. La recitazione è volutamente sopra le righe, con lo scopo  di prendere un po' meno sul serio i vari personaggi shakespeariani: Amleto, Laerte, Orazio, Ofelia, Gertrude e nel contempo sottolineare il forte potere che la risata può avere nella vita di tutti i giorni, dove, a volte, è importante prendere un po' meno sul serio quelli che ci sembrano dei drammi, cercando di riderci su!

 

 

 I VINCITORI II edizione 2016     

____________________________________________________________________________

 

GRADIMENTO PUBBLICO:

 GRADIMENTO PUBBLICO

 

Messaggi dAmore OK

 VOTO 8.56     “MESSAGGI D’AMORE” – Teatro Impiria – Verona 
 
9 04
 VOTO 8.64              “9:04” – Macramè – Bra (CN)  
 serata omidio 3

 VOTO 9.15              “SERATA OMICIDIO” – MASKERE – Opera (MI)  
agnese di dio

 VOTO 9.24              “AGNESE DI DIO” – LA ZONTA – Thiene (VI)

____________________________________________________________________________

 

MIGLIOR SPETTACOLO GIOVANI MIGLIOR SPETTACOLO GIURIA UNDER 25
“SERATA OMICIDIO” – MASKERE – Opera (MI) 
Motivazione: Commedia brillante portata in scena in modo dinamico e con bravura dagli interpreti che hanno saputo mantenere il ritmo adeguato e le caratterizzazioni dei personaggi per tutta la durata dello spettacolo.

 

MIGLIOR ALLESTIMENTO MIGLIOR ALLESTIMENTO

 

Spettacolo “9:04” – Macramè – Bra (CN)

 

Motivazione: Allestimento semplice, ma estremamente efficace che ha coniugato con delicato equilibrio la presenza della musica dal vivo con le numerose presenze attoriali. Molto riuscita la scelta della disposizione in scena della compagine che, pur in presenza di scarsi elementi scenografici, ha consentito al pubblico di “calarsi” pienamente nell'ambientazione. Le musiche originali e gli interventi registrati in voce, unitamente ad un utilizzo misurato delle luci di scena, hanno contribuito a rendere suggestivo un testo che offre allo spettatore molti spunti di riflessione.

 

MIGLIOR REGIA MIGLIOR REGIA

Nadia BRUNO 

per lo spettacolo “SERATA OMICIDIO” MASKERE – Opera (MI)

Motivazione: La regista, con capacità, ha saputo sostenere dinamismo e tempi comici per tutta la durata della rappresentazione (cosa non facile per una commedia brillante) valorizzando al meglio la prova degli interpreti e caratterizzando i vari personaggi in modo ottimale. 

 

MIGLIOR ATTRICE MIGLIOR ATTRICE

Anna Chiara BASSAN nella parte di “AGNESE” 

Spettacolo “AGNESE DI DIO”

Motivazione: La giovane attrice ha dimostrato una notevole maturità interpretativa, trasmettendo con forza tutti gli stati d'animo previsti dal testo. Ha saputo creare una forte empatia con il pubblico dando prova di indubbia capacità attoriale, con ottimi tempi teatrali, reggendo efficacemente la difficile parte del suo personaggio.

 

MIGLIOR ATTORE MIGLIOR ATTORE

Michele VIGILANTE nella parte di “PAOLO”

Spettacolo “MESSAGGI D’AMORE”

Motivazione: Pur nell'apparente semplicità dell'azione scenica l'attore ha saputo catturare con naturalezza il pubblico, caratterizzando in modo credibile il personaggio, dimostrando una notevole capacità attoriale e riuscendo a trasmettere con forza le emozioni di un testo molto toccante.

 

MENZIONE SPECIALE MENZIONE SPECIALE

Gianfranco COSCARELLA “UOMO ALLA STAZIONE FERROVIARIA”

Spettacolo “9:04”

Motivazione: Per l’intensa interpretazione del proprio personaggio.

 

MIGLIOR SPETTACOLO MIGLIOR SPETTACOLO
“AGNESE DI DIO” – LA ZONTA – Thiene (VI)

Motivazione: Testo impegnativo portato in scena in modo convincente e con indubbia bravura da parte delle attrici. L'allestimento scarno ha reso efficace la particolare ambientazione prevista.

La regia essenziale ha valorizzato sapientemente le capacità delle interpreti, rendendo al meglio un tema particolarmente duro e convincendo in modo unanime pubblico e Giuria.

 

 


 LA LOCANDINA              LA BIGLIETTERIA   

FOLLE DARGENTO 16            FOLLE ARGENTO biglietteria 2016

 

 

 


 

 IL PIEGHEVOLE   

 

pieghevole 6 facciate  212x299 esterno  pieghevole 6 facciate  212x299 interno


 

 GLI SPETTACOLI          

  

 

9 04

     2/2 2016 martedì  ore 21

     Macramè - Bra (CN)

   9:04

     di Roberto Leone e Valter Contiero

     regia Valter Contiero

    

Ambientato su un treno in epoca contemporanea, è la curiosa e imprevedibile storia di sei passeggeri che condividono un viaggio all'interno di una delle carrozze, la carrozza 9.

Le vicende che si snodano in questo piccolo spazio mostrano un fedele spaccato della nostra realtà: momenti di riflessione si alternano a situazioni comiche come a brevi attimi di tensione. Con questo viaggio ognuno di loro ha l'obiettivo di migliorare la propria condizione.

Il treno diventa così lo strumento con cui i passeggeri potrebbero azionare lo scambio delle proprie vite, risolvendo i loro difficili e recenti trascorsi. Non è un caso se tutto succede nella carrozza 9 e nulla impedirà loro di presentarsi puntuali all'appuntamento col destino...

 


 

serata omidio 3

    9/2 2016 martedì  ore 21

     Maskere - Opera (MI)

  SERATA OMICIDIO

     di Giuseppe Sorgi

     regia Nadia Bruno

 

Un misterioso annuncio trovato su internet dalla giovane Emma indicherebbe la data, l'ora e il luogo di un omicidio prossimo a compiersi.

Sfortuna vuole che l'indirizzo coincida proprio con l'appartamento in cui l'amica Angela si è appena trasferita. Una banale coincidenza o un errore di qualche maldestro organizzatore telematico di eventi: le ragazze non sembrano dare troppo peso alla curiosa coincidenza, eppure quella stessa sera diverse persone piombano in casa, ognuna con un motivo differente.

La ninfomane con patologiche "carenze d'affetto" è convinta che sia un messaggio in codice del suo ex, l'appassionata di gialli che non perde occasione di mettere alla prova gli insegnamenti dei vari Derrick, Poirot, Miss Marple e Jessica Fletcher, la vedova ormai in perenne lutto esistenziale alla ricerca di conforto umano, il criptico detective privato pronto a rivendicare un'esclusiva professionalità... tutti si riuniranno in quella che sarà la prossima scena del crimine, per assistere al macabro evento.

Chi sarà la vittima, e per quale movente?  

 


 

 

Messaggi dAmore OK    16/2 2016 martedì  ore 21

    Teatro Impiria - Verona

  MESSAGGI D'AMORE

    di Massimo Meneghini e Andrea Castelletti

    regia Andrea Castelletti   

   

Due esistenze raccontate attraverso il loro epistolario. Un uomo ed una donna si sono scritti per tutto il corso della loro vita, confessandosi passioni e debolezze, sogni e delusioni. Dall'infanzia alla morte, passando  dall'adolescenza  con  la  sua sensualità  ed  illusioni,  dall'età adulta con le sue responsabilità, dalla maturità con le sue tante preoccupazioni.

Amici da sempre, inconsapevolmente amanti,  si  sono  confidati con lettere tenere, ridicole, commoventi, ironiche, graffianti. Lunghe  missive, semplici bigliettini, telegrammi, cartoline, auguri natalizi e poi sms ed email, ci  svelano  due destini, due vite che hanno attraversato il corso  dei  decenni  dal  dopoguerra sino ai giorni nostri. Una storia d'amore, autentica come autentica può essere solo la vita.

Lo spettacolo si inserisce nell'ampia tradizione del racconto epistolare, che di offre abbondanza di opere sia in campo letterario che drammaturgico che cinematografico.

 


 

 

agnese di dio

    23/2 2016 martedì  ore 21

     La Zonta - Thiene (VI)

  AGNESE DI DIO

    di John Pielmeier

    regia Giampiero Pozza 

     

La quiete di un umile convento di suore viene sconvolta da un macabro fatto di sangue. Tutte le evidenze sembrano accusare una giovane novizia, Agnese, giunta nel convento dopo un'infanzia segnata da un difficile rapporto con la madre.

Il tribunale affida quindi ad una psichiatra il compito di far luce sul caso, addentrandosi nella fragile psiche della giovane, scavando nel suo confuso passato; la diagnosi verrà però ostacolata dall'opposizione della determinata Madre Superiora che sembra conoscere molti più segreti di quelli che intenda rivelare.

E' così che inizia questo avvincente giallo teatrale tutto al femminile di John Pielmeier. Un dialogo serratissimo ricco di situazioni coinvolgenti ed inaspettate rivelazioni che non mancheranno al tempo stesso di stimolare nello spettatore riflessioni su temi profondi quali il rapporto tra scienza e fede ed il valore del divino nel nostro quotidiano.

Il valore del testo di Pielmeier è testimoniato dal fatto che nel tempo è divenuto punto di riferimento per numerosi gruppi di donne Cattoliche statunitensi che ritengono esamini importanti questioni morali e spirituali riguardanti la condizione femminile.

Con solo 3 attrici in scena impegnate in ruoli molto intensi e sfaccettati, "Agnese di Dio" è una dramma di grande forza emotiva che “inchioda alla sedia” offrendo allo spettatore un'esperienza teatrale toccante ed indimenticabile.

 


 

 

 1/3 2016 martedì  ore 21 - fuori concorso

La Corte dei Folli - Fossano (CN)

FOLLE D'AUTORE


follel autore OLTRE LA STRISCIA

    OLTRE LA STRISCIA  di Fabio Pisano

Akram e Rinan sono due uomini. Due fratelli. Akram è un medico rimasto in Palestina per poter curare la propria gente. Rinan, invece, giovanissimo abbandona la sua terra d'origine per andare oltre la striscia di Gaza e raggiungere Israele,     sperando in una vita migliore. Akram e Rinan rappresentano la verità e la paura. Entrambi alla resa dei conti in uno scantinato nel bel mezzo della guerra infinita. "Oltre la striscia" è una guerra nella guerra, nella guerra. I due fratelli diventano man mano al contempo sequestratori e sequestrati; vittime e carnefici di scelte obbligate, di guerre obbligate, fino a raggiungere la consapevolezza che...una volta finiti "Oltre la striscia", non si può più 

 

 

 

 

 

folle autore sala aspetto

  SALA D'ASPETTO  di Marco Balma

  Due uomini si ritrovano in una sala d'aspetto senza ricordare come vi sono giunti e perché. Parlando, i due riescono a squarciare la nebbia della memoria ed a capire che ne è stato delle loro vite.

 

 

 

 

 

folle autore X     X  di Valeria Banchero

X è una ragazza che a un certo punto scompare, e nel momento stesso in cui decide di non esistere più, inizia a parlare di sé, mentre il mondo dei media si mobilita per parlare di lei. Ma nessuno la cerca veramente, nessuno vuole sapere davvero chi sia. Il testo spera di suggerire una riflessione: ogni anno scompaiono moltissime persone, la maggior parte lo fa volontariamente, non vuole essere ritrovata. Perchè si decide di sparire? Perchè l'opinione pubblica sceglie di seguire una vicenda piuttosto che un'altra? Ogni scomparso ha una sua storia, ogni storia è una risposta a questa domanda. X e il suo mondo è insieme una storia e una domanda che non pretende di dare una risposta.

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

PREMIO TEATRALE NAZIONALE "FOLLE D'ARGENTO" 

II edizione 2016 - Comune di Genola (CN)

LOGO FOLLE DARGENTO 72 dpi

FOLLE DARGENTO 16