LA LOCANDINA                                                                                                            

FOLLE DARGENTO 15     LA LOCANDINA

 IL PIEGHEVOLE     
PIEGHEVOLE folle dargento 20 Pagina 1     IL PIEGHEVOLE   interno PIEGHEVOLE folle dargento 20 Pagina 2     IL PIEGHEVOLE  esterno

 GLI SPETTACOLI                                                                                                         

 merluzzo al forno

 

    MERLUZZO AL FORNO

    9/1/2015

 

 resurequie  

RESUREQUIE

16/1/2015

 andy e norman

ANDY E NORMAN 

23/1/2015

 

ultima ora

 

ULTIMA ORA 

30/1/2015

fuori concorso

 I PREMI                                                                                                                        

resurequie3

   MIGLIORE ATTRICE

   NORINA BENEDETTI

Spettacolo "RESUREQUIE"

Compagnia Teatro Estragone

GIORGIO

   MIGLIORE ATTORE

   GIORGIO MARIANI

Spettacolo "MERLUZZO AL FORNO"

Compagnia Ronzinante

Andy-Norman-033    MIGLIORE ALLESTIMENTO    "ANDY E NORMAN"        Compagnia La Lampada
resurequie5    MIGLIOR REGIA    ARIANNA ZANI

Spettacolo "RESUREQUIE"

Compagnia Teatro Estragone

resurequie2

   PREMIO FOLLE D'ARGENTO

   MIGLIOR SPETTACOLO 2015

   "RESUREQUIE"

Compagnia Teatro Estragone

 

 

 

LogoMibac2013 picc    regione piemonte          PROVINCIA CUNEO bassa trasp 2014       comune fossano

 

LOGO FITA 1         logo FITA PIEMONTE

CRF-COLO-mod-02 copia     

     

 CRT FONDAZIONE

 

In-Fossano-04 ascom fossano

ecco il CALENDARIO degli spettacoli del PREMIO TEATRALE NAZIONALE "folle d'oro" 2014

presso teatro "i portici" via roma Fossano (CN)

 

martedì 30/9/2014    ore 21

martedì 7/10/2014    ore 21

martedì 14/10/2014  ore 21

martedì 21/10/2014  ore 21

martedì 28/10/2014  ore 21

 

ABBONAMENTI 

Premio "FOLLE D'ORO" Giovanni Mellano 2014

 

 

- abbonamento: INTERO 35€

                              RIDOTTO 25€ (soci la corte dei folli - soci fita - abbonati la fedeltà)

                              RIDOTTO 15€ (giovani e studenti under  25)

- biglietto:  INTERO 10€

                    RIDOTTO 8€ (soci la corte dei folli - soci fita - abbonati la fedeltà)

                    RIDOTTO 5€ (giovani e studenti under  25)

Prenotazione abbonamenti: 

telefonare a 347-3029518  /  335-7450528

oppure scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ecco i 5 spettacoli in cartellone per il nostro 

PREMIO TEATRALE NAZIONALE "FOLLE D'ORO"

Giovanni Mellano - Città di Fossano - VI edizione 2014

ECCO IL CARTELLONE DEL NOSTRO 

 

PREMIO TEATRALE NAZIONALE "FOLLE D'ORO" 

Giovanni Mellano - Città di Fossano (CN)

VI edizione 2014

 

PREMIO TEATRALE NAZIONALE

"FOLLE d'ORO" Giovanni Mellano

Città di Fossano - CN

VI edizione 2014

 

Periodo: OTTOBRE - NOVEMBRE 2014

 

collaborazioni con

AZIENDE LOCALI

NEGOZI ED ESERCENTI

ISTITUTI SCOLASTICI

 

entro il 30 giugno il cartellone dei 5 spettacoli,

 

seguiteci!!!!!

 

 

moby game locandina 1

 
     SCHEDA SPETTACOLO          
MOBY GAME
di Antonio MARTORELLO
regia: Pinuccio BELLONE
Personaggi                       Interpreti:
Ismael                                 Enzo Brasolin
Capitano Ahab                 Pinuccio Bellone
Queequeg                          Stefano Sandroni
Starbuck                             Marino Gandolfo
Stubb                                   Andrea Eggmann
Flask                                     Agnese Fissore
Moby Dick                          Cristina Viglietta
Sirena                                  Arianna Berta
Sirena                                  Marta Chiappini
Sirena                                  Alexandra Calì

Scenografia: Francesco FASSONE

Datore luci:   Gianfranco SAROTTO 

Datore audio/video:  Fabrizio ARMANDO         

Musiche originali: Matteo BELLETTI

Editing AudioMatteo BELLETTI, Lino GRASSO

Editing video: Roberto CALOSSO                 

Coreografie: Arianna BERTA, Marta CHIAPPINI

 

  DOWNLOAD  
IL TRAILER:  
https://www.youtube.com/watch?v=9ME6nAFpDq0
LA LOCANDINA:  SCARICA
IL PIEGHEVOLE: SCARICA

 LA TRAMA 

MOBY GAME è liberamente tratto dall'opera “Moby Dick” di Herman Melville in cui Ismael (alter ego dell’autore), sopravvissuto al naufragio della baleniera Pequod, narra le vicende del Capitano Ahab e del suo equipaggio a bordo della nave, a  caccia di capodogli e balene, in particolare dell' enorme balena bianca  Moby Dick. Nella trasposizione di Antonio Martorello il protagonista Ismael, dopo il naufragio della Pequod e la morte di Ahab con tutto il suo equipaggio, cede i diritti del suo scritto alla “Texas Instruments” che li utilizza per produrre un videogioco intitolato appunto MOBY GAME. Il capitano AHAB, irascibile e scontroso come sempre, verrà riportato in vita ogni qualvolta un giocatore inserirà una moneta nel video game, avendo così la possibilità di raggiungere lo scopo della sua vita: uccidere Moby Dick, la balena bianca. Ma dovrà fare i conti con la nuova realtà “virtuale” che gli è stata cucita addosso e che ha radicalmente trasformato i componenti del suo fidato equipaggio e dovrà, necessariamente, adeguarsi al gioco che Ismael, il giocatore, deciderà per lui.

 NOTE DELL’AUTORE 

Ci sono momenti nella vita di tutti noi, nei quali la sensazione di essere dei semplici burattini trascinati in un gioco inutile e demenziale è fortissima. In quei momenti può esplodere la rabbia, la ribellione. O, forse, in quei momenti devono esplodere la rabbia e la ribellione. E, forse ancora, non sono solo momenti...

 Antonio Martorello

 NOTE DI REGIA 

Colori, musica, video, tragedia, commedia, finzione, realtà virtuale. Ingredienti mescolati con la capacità di scrittura e di narrazione tipica di Antonio Martorello. In Mobygame tutto è reale, tutto è fasullo, tutto è grottesco, tutto è tragicomico…tutto è tremendamente affascinante. Ho cercato di ricreare l'atmosfera di un video gioco anni '80 fatto di musichette 8 bit e di colori sgargianti. A voi scoprire e decidere se l'obiettivo è stato raggiunto. Nel frattempo mettetevi comodi, prendete una monetina, inseritela nella gettoniera e giocate con Ahab, giocate con Moby Dick. E' un gioco folle che solo I FOLLI potevano mettere in scena in questo modo. Buon divertimento.        

Pinuccio Bellone

 NOTIZIE SUL L IBRO MOBY DICK 

Moby Dick (Moby-Dick o The Whale), conosciuto anche come La balena, scritta nel 1851 dallo statunitense Herman Melville. La trama del libro si può riassumere assai brevemente come il viaggio di una baleniera, la Pequod, comandata dal capitano Ahab, a caccia di capodogli e balene, e in particolare dell' enorme balena bianca (in realtà un capodoglio) che dà il titolo al romanzo. Tuttavia in Moby Dick c'è molto di più: le scene di caccia alla balena sono intervallate dalle riflessioni scientifiche, religiose, filosofiche e artistiche del protagonista Ismael, alter ego dello scrittore, rendendo il viaggio un'allegoria e al tempo stesso un'epopea epica. Moby Dick è stato tradotto in italiano per la prima volta dallo scrittore Cesare Pavese, nel 1932. All'epoca della sua prima pubblicazione, il libro non incontrò un'accoglienza favorevole, ma è oggi unanimemente riconosciuto come uno dei capolavori della narrativa statunitense.

 Atti:  2      

 Durata:  70 minuti

 

NOVECENTO 15-07-2014

 
     SCHEDA SPETTACOLO          
NOVECENTO
di Alessandro Baricco
adattato da:
Stefano SANDRONI e Pinuccio BELLONE
regia: Stefano SANDRONI

con:

Alessandro APRILE
Aurora FUMERO
Beatrice CORAGLIA
Cecilia BELLONE
Elisa MURIALE
Fabrizio ARMANDO
Giacomo LAZZARI
Giorgia CORAGLIA
Giulia CARVELLI
Licia CUMERLATO
Lisa BERNARDI
Matteo MANCINI
Sara MENTO
Selene DEMARIA

scenografie: Gianfranco SAROTTO

disegno luci: Pinuccio BELLONE

trucco e parruco: 

Agnese FISSORE e Cristina VIGLIETTA

  DOWNLOAD  
 
LA LOCANDINA:  SCARICA
IL PIEGHEVOLE: SCARICA

LA STORIA 

Il testo è nato come monologo teatrale interpretato da Eugenio Allegri e diretto da Gabriele Vacis. Lo spettacolo debuttò al festival di Asti. L'autore lo definisce come una via di mezzo tra «una vera messa in scena e un racconto da leggere ad alta voce». Narra la singolare storia di Danny Boodman T.D. Lemon Novecento, un personaggio singolare che è impossibile non amare. Ancora neonato, viene abbandonato nel transatlantico Virginian e viene trovato per caso da Danny Boodman, un marinaio di colore che gli farà da padre fino all'età di otto anni, quando morirà in seguito a una ferita riportata durante una burrasca. Il bambino scompare misteriosamente nei giorni successivi alla morte del padre e quando ricompare incomincia a suonare il pianoforte. Novecento incontra Tim, il narratore, anche lui musicista, all'età di ventisette anni, quando lo stesso viene assunto come trombettista nel Virginian. Questo segna l'inizio di una sincera e duratura amicizia, che non finirà nemmeno con l'abbandono della nave da parte di Tim. Danny Boodman T.D. Lemon Novecento viene descritto da Tim come un uomo con grandi capacità di apprendimento, che vive attraverso i desideri e le passioni altrui, che si realizza con la musica, che vive sospeso tra il suo pianoforte e il mare, con il quale è in grado di rivivere ogni viaggio, ogni sensazione gli venga raccontata dai passeggeri del piroscafo. Dalla musica, ma più specificamente dal pianoforte, non troverà mai la forza di svezzarsi, non riuscirà mai a superare la paura di amare e di crearsi delle radici, sopraffatto dalla paura di non riuscire a vedere neanche lontanamente una fine nel mondo al di fuori del piroscafo; perciò dedica la sua esistenza a suonare allo scopo di sgravare i cuori dei passeggeri dalla paura dell'immensità dell'oceano. Piuttosto che raggiungere un compromesso con la vita, preferisce incantare i propri sogni, le proprie speranze, e lasciarsi esplodere col transatlantico che per tutta la vita ha conosciuto i suoi timori e custodito i suoi desideri. Nel 1998 ne è stato tratto un film, La leggenda del pianista sull'oceano di Giuseppe Tornatore.

Il compianto Arnoldo Foà lo ha portato in scena nel nostro teatro cittadino. 

NOTE DI REGIA 

Anche quest'anno “La Corte Dei Folletti” conclude il suo percorso di crescita attraverso il teatro, regalandoci tutto quello che i ragazzi hanno imparato in sette mesi di intenso e duro lavoro. Lo scorso anno erano 8 “gabbiani”. Questa volta saranno 14 giovani che ci racconteranno una storia, e più precisamente sarà la storia di Danny Boodman T.D. Lemon Novecento. Ormai questo nome risuona nelle menti dei nostri ragazzi come il nome di un amico che insieme abbiamo imparato a conoscere e ad amare. La cosa che più ci ha affascinati di questo personaggio è stata la sua forte personalità che lo porta ad avere una sua particolare visione del mondo, dove ognuno cerca la propria dimensione per essere felice. Ci racconteranno la storia di Novecento nell'unico modo a loro congeniale: INSIEME. Saranno sempre tutti in scena senza mai lasciarsi un momento. Perché? Beh, perché non riusciamo più a staccarli! Il gruppo che si è creato è qualcosa di straordinario che si alimenta con la fiducia e l'affetto che lega tutti i suoi membri senza alcuna eccezione. Questo lavoro ha messo a dura prova la pazienza, la costanza, la disciplina e la tenacia dei nostri folletti, ma loro ne sono usciti vincitori sotto tutti i punti di vista. Tirando le fila di un anno di lavoro, tutta la Corte dei Folli non può che essere soddisfatta e orgogliosa dei suoi “folletti”. Spero quindi apprezzerete questo nostro lavoro, nato dalla volontà di quattordici giovani ragazzi e ragazze, di esprimere quello che hanno dentro e di dimostrare, prima di tutto a loro stessi, quanto essi siano speciali. A nome mio e di tutti i “folletti”, vogliamo ringraziare tutto lo staff della Corte dei Folli, i genitori dei ragazzi e tutti coloro che ci hanno sostenuto in questa nostra splendida avventura. GRAZIE!

Stefano Sandroni

 

ULTIMA ORA locandina NEUTRA 2019

 
     SCHEDA SPETTACOLO          
ULTIMA ORA
di Lorenzo CORENGIA
regia: Pinuccio BELLONE
personaggi ed interpreti:
"Harry"   Stefano SANDRONI
le "ombre": 
Gianfranco SAROTTO
Carla LINGUA
 
tecnici / backstage:
Fabrizio ARMANDO
Pinuccio BELLONE
Cristina VIGLIETTA
 
 
scenografia:
Gianfranco SAROTTO
  
  DOWNLOAD  
IL TRAILER:  
https://www.youtube.com/watch?v=FascrhvvoiU
LA LOCANDINA:  SCARICA
IL PIEGHEVOLE
interno: SCARICA
esterno: SCARICA

 

 IL PROGETTO 

L’idea nasce da una serie di studi effettuati sui metodi e le numerose storie di condannati a morte degli Stati uniti d’America. L’esigenza di portare in scena un testo che tratta la pena di morte parte da una storia vera di un Italo-Americano dello stato del Virginia, Rocco Derek Barnabei che nel settembre del 2000 fu condannato a morte per l’uccisione di una ragazza. Pochi anni dopo fu dichiarata la sua innocenza e si venne a scoprire la sua morte era servita semplicemente ad avere un capro espiatorio, in vista delle elezioni governative. Liberamente ispirato a questa storia lo spettacolo non riprende ì fatti realmente accaduti e non si sofferma sull’innocenza o la colpevolezza dell’imputato, ma sul fatto che la giustizia può decidere la vita e la morte di una persona. Come negli Stati Uniti, che ha in realtà un numero molto limitato di condanne a morte, ci sono paesi come l’Iran e la Cina che utilizzano la pena di morte sistematicamente, un fenomeno quindi presente in molti paesi del mondo e per nulla sradicato.

 TRAMA 

È la storia di un condannato a morte. Harry ad un’ora dalla sua esecuzione, che avverrà tramite sedia elettrica, viene lasciato da solo. Riflessioni ad alta voce, deliri e ricordi accompagnano gli ultimi attimi di una vita che dovrà cessare per mano dell’uomo, della società. Colpevole o meno, lo si scoprirà solo alla fine, ma non ha molta importanza. Si cerca di entrare nella psicologia di una persona che conosce con estrema precisione l’ora della sua morte. Un viaggio di un’ora, senza ritorno, che traspira di ricordi: ultimo appiglio alla bellezza della vita.

 NOTE DI REGIA  

Dirigere un monologo teatrale è molto semplice ed è molto complicato allo stesso tempo. Semplice perchè devi lasciare libero l'attore di mettere in scena i sentimenti, le emozioni, gli stati d'animo che derivano dal testo. Complicato perchè devi cercare, il meno possibile, di "arricchire" la sua presenza "nuda e minimalista" con un disegno luci ed un impianto musicale appropriato ed efficace. Quando l'attore si chiama Stefano Sandroni e l'autore è Lorenzo Corengia il tutto, almeno per il regista, diventa veramente molto semplice. La bravura di Stefano e la bellezza del testo di Lorenzo non hanno avuto bisogno di un intervento "pesante".  Al pubblico basta seguire la potenza interpretativa di chi è in scena e la delicatezza con cui, l'autore, ha affrontato questo difficile tema. Io ho cercato, semplicemente, di "colorare" il tutto con un tocco personale senza disturbare più di tanto la bellissima sinergia che si è creata tra scrittura ed esecuzione.  Mi auguro vivamente di esserci riuscito per non "guastare" l'atmosfera che Stefano e Lorenzo hanno saputo creare per questa straordinaria ULTIMA ORA.

 

 PREMI E RICONOSCIMENTI 

 

FESTIVAL ZONA FRANCA 2015 – Vincitore del PREMIO SPECIALE “ MARIO IACHETTI “
MOTIVAZIONE: Per aver trattato un tema di spietata ed inattesa attualità, con forza e vigore, portando in scena il disagio e la follia del protagonista, senza trascendere in giudizi ma attenendosi alla narrazione dei fatti e delle sensazioni. L'attore prende per mano lo spettatore e, in un allestimento registico di luci che accendono le ombre della sua vita, lo accompagna all'interno delle emozioni forti che pervadono la sua anima nei momenti appena precedenti la fine.


PREMIO IL CAMALEONTE III edizione 2015 – Orbassano (TO)
Vincitore come MIGLIOR SPETTACOLO

MOTIVAZIONE GIURIA: Commovente storia di un condannato a morte. Un argomento delicato rappresentato con maestria. Le emozioni trovano un delicato equilibrio tra cruda realtà e poesia.
Messinscena visivamente molto efficace e suggestiva in cui lo scenario opprimente della detenzione diventa spazio della mente e dei pensieri.
Grande prova d'attore per l'interprete che tiene la scena con forza e intensità fino allo svelamento e all'esplosione finale.