LA VERITA' DELL'ASSASSINO di Marco Santaniello

locandina LA VERITA DELLASSASSINO 299x422 ok 72 dpi

 
     SCHEDA SPETTACOLO          
LA VERITA' DELL'ASSASSINO
di Marco SANTANIELLO
regia: Pinuccio BELLONE

personaggi e interpreti:

Commissario Pacelli  Stefano SANDRONI

Agente Lucenti          Fabio PORCELLI

Mariagrazia D’Orazio  Lidia RAVERA

Massimo D’Orazio      Sergio BUFFA

Paola Congiu             Cristina VIGLIETTA

Davide Limentani       Marino GANDOLFO

Enrico Monterosi        Andrea EGGMANN

Helmut Gaeng           Aldo DEMONTIS

Giacinto Limentani     Stefano CASTELLANO

Davide Limentani (giovane)  Alberto BAUDUCCO

Helmut Gaeng (giovane) Walter LAMBERTI

 

Scenografia : Franco PORRERA

                    Silvano BRUNO

Audiomaker : Matteo BELLETTI

Disegno luci : Pinuccio BELLONE

 

  DOWNLOAD  
LA LOCANDINA:  SCARICA
IL PIEGHEVOLE: SCARICA

 LA STORIA 

Il cadavere di Adolfo Fuentes è stato ritrovato in un vicolo del centro storico di Roma. L'indagine viene assegnata ad un giovane Commissario di Polizia, Vittorio Pacelli, che interroga in Commissariato i vari testimoni. Chi era Adolfo Fuentes? Perché è stato assassinato? Il commissario Pacelli, coadiuvato dall'Agente Lucenti, cerca di dipanare la matassa e di stabilire LA VERITA'…. Ci riuscirà, alla fine di una notte di indagini e di interrogatori, scoprendo che, al di là della verità oggettiva, ne esiste un'altra, altrettanto significativa e reale… LA VERITA' DELL'ASSASSINO!

 

 NOTE DI REGIA 

“Adattamento teatrale dell'omonimo racconto col quale Marco SANTANIELLO ha partecipato alla XIV° Edizione del Premio Letterario “FOSSANO IN GIALLO”, risultando tra i quattro finalisti.

Una storia avvincente, cruda, che riporta il pubblico a vicende che affondano le loro radici nella nostra storia “dell'altro ieri”. Gli attori de “la corte dei folli” si sono dovuti cimentare, con bravura e professionalità, con le varie sfaccettature psicologiche con le quali l'autore ha sapientemente “colorato” i personaggi che animano questo intrigo romano. A voi giudicare se il lavoro svolto risulta efficace tanto quanto lo è il racconto.”